ALLUNGARE LA VITA DEI SERRAMENTI

Qualsiasi oggetto destinato a durare nel tempo necessita di una manutenzione periodica che ne garantisca il corretto funzionamento. Un esempio evidente è quello dell’automobile, che è soggetta a tagliandi di controllo periodici programmati per sostituire o regolare le parti che si usurano o si danneggiano durante il suo utilizzo. I serramenti, a seconda del materiale con cui vengono realizzati, necessitano di un livello variabile di manutenzione ordinaria o straordinaria.

SOLUZIONI

Un materiale che garantisce elevate prestazioni in termini di risparmio energetico e abbattimento acustico, necessitando al contempo di una manutenzione estremamente ridotta, è certamente il PVC. Rispetto al legno e all’alluminio, infatti, può vantare una durabilità che gli permette di resistere nel tempo a tutte le condizioni atmosferiche, comprese le più avverse. Le resine brevettate dotate di superficie non pellicolata garantiscono poi prestazioni migliori nel tempo e permettono una più agevole pulizia ordinaria del serramento. La loro superficie è infatti dotata di una carica elettrostatica in grado di contrastare il depositarsi della polvere e dello sporco. Anche l’alluminio necessita di una ridotta manutenzione, tuttavia è poco indicato per le applicazioni nelle zone marittime, in quanto l’esposizione alla salsedine causa dopo qualche anno la sua cosiddetta “fioritura”, che lo opacizza rovinandolo irrimediabilmente. Il legno, in quanto materiale “vivo”, nonostante i moderni trattamenti che ne migliorano la stabilità e la resistenza necessita invece di una maggiore manutenzione.